REGOLAMENTO DELL’AGRIBAU

Al momento della sottoscrizione del contratto di affidamento temporaneo del cane, il proprietario dovrà leggere ed accettare il seguente regolamento:

CONDIZIONI NECESSARIE PER L’ACCOGLIENZA DEL CANE
L’accoglienza del cane è subordinata alle norme generali che devono essere visionate e accettate senza riserva da parte del proprietario.
Il cane deve essere munito di microchip ed essere iscritto all’anagrafe canina.
Le vaccinazioni devono essere in regola e devono coprire il cane per tutto il periodo del soggiorno.
La vaccinazione contro la TBI (tracheobronchite infettiva, detta “tosse dei canili”) è obbligatoria.
E’ richiesto il certificato dell’esame delle feci avvenuto nel periodo immediatamente precedente all’ingresso del cane in pensione. In caso di mancanza di tale documento, all’ingresso del cane in pensione il personale autorizzato provvederà alla raccolta di un campione di feci ed all’analisi ed il cane verrà tenuto isolato in attesa dell’esito dell’esame. Le spese per l’analisi delle feci verranno addebitate al proprietario del cane.
E’ richiesto un trattamento antiparassitario (no collare) da effettuarsi pochi giorni prima dell’ingresso del cane in pensione.
Le presenti regole servono a preservare e garantire la salute ed il benessere di ogni ospite dell’Agribau.
Tuttavia, vogliamo ricordare che non possiamo prevedere (e quindi prevenire) eventuali malattie in incubazione.
Nel caso in cui l’animale non sia stato iscritto all’anagrafe o risulti comunque privo della sigla di riconoscimento, la pensione per cani Agribau (nella persona di Chiara Milano, titolare dell’azienda agricola) non potrà essere tenuta in alcun caso responsabile qualora, a seguito di accertamento da parte della Autorità preposta, venissero elevate le sanzioni di cui all’art. 5 della legge 14.08.1991 n. 281.
Al momento dell’accoglienza dell’animale presso la nostra struttura verrà chiesto al proprietario di compilare una scheda contenente i dati del cane e del proprietario ed una copia sottoscritta del presente regolamento.
È fatto obbligo di comunicare qualunque tipo di problema sanitario e/o comportamentale che possa compromettere l’incolumità del cane e/o degli operatori.

MALATTIE E DECESSO
In caso di accertamento di patologie sottaciute o di comportamenti pericolosi, la pensione per cani Agribau si riserva il diritto di risolvere immediatamente il contratto e avanzare domanda giudiziale di risarcimento dei danni.
La struttura declina ogni responsabilità qualora l’animale affidatole muoia per malattie incubate prima dell’arrivo, accertate da un medico veterinario. La pensione non risponde dell’eventuale decesso del cane dovuto a cause naturali; non risponde inoltre per danni o decesso del medesimo causati da incidenti non imputabili alla responsabilità della pensione. Nel caso di accertata responsabilità della pensione essa è tenuta a risarcire esclusivamente il valore effettivo fino al limite massimo di 1.500,00 euro per singolo animale.

SPESE SUPPLEMENTARIE
Qualunque spesa veterinaria e/o di qualsiasi altro genere che si dovesse rendere indispensabile durante la permanenza dell’animale nella pensione sarà a carico del proprietario. In mancanza di indicazione, o nell’ipotesi di irreperibilità del veterinario di riferimento specificato nel contratto di affidamento temporaneo e qualora durante il soggiorno si rendesse necessario l’intervento veterinario, la pensione per cani Agribau farà ricorso a professionisti di propria fiducia addebitando al possessore gli onorari e le spese di cura dietro presentazione della parcella.

PRENOTAZIONE
La prenotazione è consigliata e gradita, specialmente nei periodi di alta stagione (periodo estivo/festività natalizie e pasquali). Per motivi organizzativi i giorni prenotati andranno saldati tutti anche se il ritiro del cane verrà effettuato prima della data prevista. Per periodi di custodia superiori ai sette giorni (e per i periodi festivi) è previsto il versamento di una caparra confirmatoria (pari al 50% del preventivo di spesa).

ACCETTAZIONE E RICONSEGNA DEL CANE
L’accettazione e la riconsegna del cane sarà effettuato dal lunedì al venerdì (ad eccezione del mercoledì) negli orari del centro. Il sabato e la domenica il ritiro può essere effettuato solo la mattina. Per esigenze organizzative e per essere più vicini alle esigenze dei clienti, è consigliabile concordare un orario (abbastanza flessibile) per l’accettazione ed il ritiro dell’animale. Se il ritiro del cane viene effettuato dopo le ore 11.00 del giorno stabilito, verrà addebitata anche la giornata successiva.
E’ gradita una telefonata confirmatoria almeno 24 ore prima della consegna e del ritiro del cane.
Si fa espressa avvertenza che, trascorsi 3 giorni dalla fine del soggiorno, senza che sia pervenuta alcuna comunicazione da parte del proprietario, la pensione per cani Agribau si intende autorizzata a disporre liberamente del cane in questione e a denunciare automaticamente il proprietario all’Autorità competente per violazione dell’art. 5 della L 91, nonché alla Procura della Repubblica per il reato di cui all’art. 727 del C.P. ed ai sensi di ogni altra nuova normativa o modificazioni delle leggi attualmente in vigore.
Ricordiamo infine che la riconsegna del cane non potrà essere effettuata nel caso in cui non venga saldato il conto.